itenfrderues

SJ Xmas

FÈ GUERA CON LA PINTA

(Canzoni popolari Piemontesi raccolte da Marco Lessona)

Una Canzone politica venne pubblicata in un numero unico litografato, che ebbe pochissima tiratura e di cui oggi non rimane neppure la memoria. Era preceduta da una nota firmata da Marco Lessona che diceva:
 « Da alcuni accenni a fatti politici e militari e specialmente alla guerra fra la Russia e la Persia, sembra che questa canzone deve essere stata scritta fra il 1826 e il 1828: certo se questi limiti non sono assolutamente esatti, non possono essere errati di molto, in quanto che, nella canzone si accenna pure alla guerra per l’indipendenza della Grecia che finì nel 1830.
 « Sull'autore di questa canzone non ho alcun indizio. So da testimonianze di molti che essa fu popolare verso il 1830 e si mantenne poi viva nella memoria dei vecchi fino ai nostri giorni (circa 1910). Io stesso ne conoscevo alcune strofe per averle sentite recitare, prima di ottenere dalla gentilezza del mio amico Rodolfo Giani il testo intero, che pubblico ora credendo di fare cosa grata non solo a chi si occupa della storia della letteratura dialettale in Piemonte, ma anche a molti che troveranno in essa un ricordo dei tempi lontani della loro giovinezza ».


Ant Coni j'è n'oberge
Ch'as viv onestament,
Mangiand ëd gnòck a la bava,
Cantand alegrament.
Andoma tuti drínta
Fè guera con la pinta.


Pitòst ch'andè a le bòte,
Fè i bulo e i valoros,
Fese forè la pansa
Pér goadagnè dle cros,
L'è mei andè là drinta,
Fè guera con la pinta.

Ch'a vado pura j'autri
A fesse scarniflè:
An Portugal, an Grecia
E dova a veulo, andè;
Noi autri androma drinta
Fè guera con la pinta.

Còs fomne noi dla China,
Ed j'Ingleis, ëd j'American,
Dla guera ëd Bonosaíres,
Dii Russi e dij Persian?
L'è mei andè là drinta
Fè guera con la pinta.

A noi cosa n'ampòrtlo
Ëd Canning e dij Borbon,
Ch'an Spagna i sia le Cortes
Opur l'Inquisisíon?
Basta chi vado drinta
Fè guera con la pinta.

Noi aitri còsa an falo
Ch'ij Turch sio nen Cristian,
Che 'l Papa sia 'n preive
Ò 'n frà domenican?
Basta ch'i vado drinta
Fè guera con la pinta.

A noi cosa n'ambriglo
Ch' l'Italia sia 'n stíval,
Na gheta ò na pantofla
Ch'a caussa bin ò mal?
Basta ch'i vado drinta
Fè guera con la pínta.

Basta che l'obergista
An daga dël vin bon,
Ch'i peusso piè na pruca
A dopi batajon;
Andoma tuti drinta
Fè guera con la pinta.

Quand j'abio aussà la grola,
Ch'i sio tuti gris,
Mandéroma a spanè melia
Turban, casch e barbis:
Andoma tuti drinta
Fè guera con la pinta.

Ëd j'afè d'Europa e d'Asia
Ch'as crussia pur chi veul;
Politica e gasëte
Son ròba da subíeul;
Andoma tuti drinta
Fé guera con la pinta.

 

Stampa Email